• 3472907980
  • info@salernodavivere.it

Archivio dei tag centro storico

Natale a Salerno: tour, luminarie, bike sharing e mostre

Anche quest’anno l’attesa per “Luci d’Artista”, si assottiglia sempre più! Oramai, da tradizione, trascorsa l’estate, settembre vola e ad ottobre si attende già l’atmosfera natalizia in grande, che da qualche anno caratterizza Salerno. Il 4 novembre lo start, per ammirare le luminarie, che rimarranno fino al 22 gennaio.

“Le Mille e una notte” il tema scelto per coinvolgere gli spettatori a Piazza Flavio Gioia (denominata La Rotonda). Proprio rifacendosi alla fiaba, nella quale ogni notte la fanciulla, protagonista della storia, raccontava al sultano una favola diversa per non essere uccisa, così i giochi di luce, affascineranno per tutto il periodo, quanti accorreranno per ammirarle.

Diverse le location, ormai base fissa delle svariate luminarie che caratterizzano anche diverse strade del centro, quale la storia che si leggeva attraverso insegne luminose, lungo via Luigi Guercio. Alle già esistenti, si aggiungeranno la spiaggetta di Santa Teresa e a piazza di Torrione e sul lungomare.
Figure giganti di luci, guideranno gli spettatori, fino alla Villa Comunale, vero fulcro dell’intera magia, che quest’anno ospiterà anche nuovi personaggi, balzati fuori direttamente dalle fiabe.

Si confermano i mercatini, caratteristici ormai da un paio d’anno che sosteranno lungo tutto il lungomare (lato strada) e si terranno dal 6 dicembre all’8 gennaio, vendendo ogni tipo di goloseria, dolce e salata ma anche idee regalo.

Anno bis per la ruota panoramica, che sarà nuovamente situata nell’area del sottostante Piazza della Concordia e che ospiterà quanti vogliono ammirare la città campana dall’alto, durante tutto il giorno, regalando una magica vista, soprattutto nelle ore serali.

Ritorna il Villaggio di Babbo Natale, presso il Parco dell’Irno, e costituirà novità la gara di presepi di sabbia, nella zona di Santa Teresa, dall’8 dicembre all’8 gennaio.

Punto forte del Natale salernitano, sarà la mostra dedicata alle macchine ingegnose, costruite da Leonardo Da Vinci, che sarà visitabile a Palazzo Fruscione dal 1 novembre al 28 Febbraio.
Ma quello di Salerno, sarà anche un Natale ecologico, sotto alcuni punti di vista. Per chi infatti, vorrà evitare traffico, file per parcheggiare, smog e confusione, potrà servirsi del bike sharing. Il servizio infatti riprenderà il prossimo mese e sarà possibile usufruire di un abbonamento gratuito per i primi 100 giorni. Alle tre ciclostazioni esistenti se ne aggiungeranno altre, nelle prossime settimane, così da dare la possibilità anche ai più pigri, di poter passeggiare in bicicletta, senza per forza doversi spostare di qualche km per posare la bici.


Per visitare le luci d’artista, è possibile giungere a Salerno, in auto attraverso le reti autostradali, in treno, arrivando alla stazione di Salerno che inaugura il corso ricco di negozi, in metro dalla prima stazione Arechi, in aereo atterrando a Napoli Capodichino, o Salerno Costa d’Amalfi, in nave giungendo al porto. Ma altre soluzioni possibili sono quelle di poter organizzare tour, utilizzando servizi di transfer come Contaldo Tour, con sede a Maiori, operante su territorio nazionale.

Per chi vuole trascorrere anche solo una giornata a Salerno, è possibile pranzare presso il ristorante “La Compagnia del Concord” situato nei pressi dell’uscita autostradale di Pontecagnano, usufruendo di un menù turistico e visitare subito dopo pranzo il percorso delle Luci d’Artista avvalendosi della metro stazione Arechi, così da evitare di attraversare la città, aggravandosi di ulteriori spese quale il parcheggio al centro di Salerno. Il pullman o il mezzo di trasporto scelto per gruppi, potrà tranquillamente parcheggiare nello spazio del ristorante e i visitatori saranno accompagnati e poi ritirati presso la stazione metro prescelta.

Si organizzano tour con visite guidate per ammirare la città di Salerno e zone limitrofe, con pranzo e giro alle Luci d’Artista. Per qualunque informazione è possibile scrivere una mail all’indirizzo info@salernodavivere.it; interagire sui social relativi, chiamare o scrivere attraverso whatsapp al numero 3472907980.

 

Alla scoperta del complesso monumentale di Santa Sofia

Il complesso monumentale di Santa Sofia, situato a Salerno in piazza Abate Conforti, è stato realizzato alla fine del X secolo quale primo monastero dell’Ordine Benedettino dedicato a Santa Sofia. La chiesa fu costruita dai Gesuiti agli inizi del XVII secolo e, fino al 1868, fu intitolata al Salvatore. Questo luogo di culto fu costruito sui resti di un’antica chiesa edificata intorno all’anno 853 dal vescovo Bernardo in onore “Domini et Salvatoris” e su un complesso di case e giardini mentre, per la costruzione della Piazza Abate Conforti, fu necessario l’abbattimento di un’altra chiesa intitolata a San Grammazio. I lavori di costruzione durarono molto a lungo, la cupola fu completata solamente nel 1716. Ridotta ad un cumulo di rovine in seguito alle soppressioni napoleoniche la chiesa fu completamente restaurata in stile neoclassico dall’arcivescovo Marino Paglia nel 1850 per poi essere restituita ai Gesuiti che la tennero fino al 1860. Nel 1868 fu affidata alla confraternita laicale della Santissima Addolorata che è l’attuale proprietaria. Per quanto concerne invece il monastero fu fondato nell’XI secolo dal conte Guaiferio e nel 1100 divenne di proprietà della Badia di Cava dei Tirreni. Nel 1309 divenne sede delle monache benedettine provenienti dal monastero di San Liberatore, che vi rimasero fino al 1589, anno in cui si trasferirono nel monastero di San Giorgio. In seguito il monastero passò ai gesuiti che vi rimasero fino al 1778 quando fu ceduto ai padri carmelitani dal Papa Clemente IX. Successivamente in seguito ad un decreto napoleonico il monastero fu soppresso divenendo prima sede del Tribunale Civile e poi nel 1938 scuola statale. Il complesso è attualmente utilizzato quale sede per la realizzazione di eventi, mostre e manifestazioni. Ha ospitato mostre di pittori e personalità di rilievo internazionale.

Privacy Policy | Cookie Policy

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi