• 3472907980
  • info@salernodavivere.it

Minori

Minori è un comune italiano della costiera amalfitana. E’ in provincia di Salerno e dal 1997 è dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.

Santo Patrono: Santa Trofimena (Tre Ricorrenze: 13 Luglio, 5 Novembre, 27 Novembre)

Cosa Vedere

Oltre le tantissime chiese, Minori presenta elementi di architettura civile e militare.

Architetture civili

La Torre Paradiso

La fontana dei leoni
Nel periodo medievale furono costruite le torri sul mare a difesa delle comunità costiere contro gli assalti dei pirati saraceni. La Torre Costiera detta del Paradiso venne costruita alla fine del XVI secolo e rappresentava, in quell’epoca, la più alta della cittadina. È del tipo canonico quadrato, con due caditoie intatte. Fu terminata nel 1595. Oggi è inglobata in un complesso assai caratteristico di abitazioni mentre alcuni secoli fa si elevava ancora in posizione isolata. Altre torri antiche sono quella dell’Annunziata sulla riviera di levante al confine con Maiori e l’altra in via Garofalo già Calata Ponte. Quest’ultima non è più prospiciente al mare, perché retrostante ai fabbricati del lungomare.
Alcune edicole votive sono sparse per le strade della cittadina.
La fontana dei leoni è posta in testata nel verdeggiante giardino pubblico situato lungo il litorale. Si tratta di un interessante arredo urbano di grande valore, composta con leoni databili al più tardi all’XI secolo e con un rocco di colonna scanalata proveniente da un monumento classico, su cui è un vaso con piante acquatiche.
All’ingresso di Minori, proveniente da Maiori, in alto vi è il castello Mezzacapo.
Sul mare sulla scogliera di ponente vi sono dei bastioni con mezze torri cilindriche con cornice torica, costruiti probabilmente fra il 1880 e l’83.
Minori, oltre alle torri suddette era cinta da mura; queste furono completamente distrutte da un violento temporale che si abbatté sulla cittadina l’11 aprile 1597.
Monumenti pubblici

Il monumento ai Caduti
Il Monumento a Santa Trofimena fu eretto in occasione dei festeggiamenti del 175º anniversario della secondo ritrovamento delle sue reliquie, nell’anno 1968.
Il monumento ai Caduti della Prima Guerra Mondiale sorse in origine in una zona a sud della piazza Umberto; poi, per ragioni di viabilità, fu spostato al sito ove attualmente si trova e cioè alla Via Maggiore Garofalo. Fu inaugurato il 4 novembre 1928.
Il monumento alla Santa Croce è sito in piazza Cantinela.
Siti archeologici
Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Villa romana di Minori.
« Questa villa trasuda vita. »
(Vittorio Sgarbi)
La Villa romana di Minori del I secolo d.C., scoperta tra il 1950 e il 1954, risepolta dall’alluvione del 26 ottobre 1954 e poi nuovamente riportata in luce. Rispecchia la struttura tipica della “villa marittima” con le sale di rappresentanza collocate ad ovest del complesso e gli ambienti termali ad est. Si discosta così dai tipi di ville note a Pompei ed Ercolano ed è più simile a quelle stabiane, con soluzioni ad effetto scenografico, quali lo sviluppo di semicolonne e nicchie angolate. L’Antiquarium annesso, raccoglie i materiali provenienti dallo scavo della villa, suddivisi per classi di appartenenza. Anche se non corredati da una esauriente documentazione scritta, i dati materiali permettono di affermare che la villa ha costituito da sempre il centro sui cui è cresciuto il paese di Minori.

(Fonte: Wikipedia)

Dove dormire: 

 

Hotel Europa Minori – Scheda Attività

 

Come spostarsi: